Piano di Valorizzazione del tracciato della via Francigena del sud

In seno al Progetto “Monti Dauni: valorizzazione integrata delle eccellenze di carattere culturale, religioso, paesaggistico ed enogastronomico”, la Regione Puglia ha stipulato con la Provincia di Foggia apposita intesa che impegnava quest’ultima ad occuparsi degli aspetti attuativi relativi alla valorizzazione del tracciato della via Francigena del Sud.

 

Risultato di questo accordo è il Piano di Valorizzazione del tracciato della via Francigena del Sud, il quale, secondo il tradizionale approccio del settore Assetto del Territorio della Provincia di Foggia, è declinato secondo una logica interscalare, che inquadra il progetto esecutivo di segnaletica, infrastrutturazione leggera e messa in sicurezza del tracciato tra Faeto e Lucera, a partire dalla definizione di un quadro strategico generale.


Tale quadro è orientato alla conoscenza, tutela e valorizzazione del patrimonio paesaggistico e culturale lungo il percorso, nonché alla individuazione degli elementi di coerenza con Piani e Programmi che a vario titolo hanno contribuito a definire lo scenario strategico sul tema della Mobilità lenta.

In particolare, sono valutate le connessioni del tracciato proposto con il sistema ambientale, storico culturale e insediativo del contesto provinciale, individuandone relative risorse e criticità. 


Si costituisce quindi un utile quadro di riferimento anche per le azioni da realizzare lungo il resto del tracciato della Via Francigena di Capitanata, secondo una visione che tende a considerarla come sede di flussi ramificati e dislocati lungo direttrici polilineari che conservano la memoria della storia dei Cammini.